Propaganda e apnea: weekend di gare e soddisfazioni

Domenica 17 marzo i giovani atleti del gruppo Propaganda hanno partecipato alle gare del circuito UISP, presso la piscina Azzurra di Buccinasco. Ottimi risultati per tutti i ragazzi in gara e diverse medaglie conquistate, tra cui:

  • 3° posto nella 4X100 stile libero femminile assoluti per Graglia Federica, Putaggio Alessia, Consolini Caroline e Taddia Margherita;
  • 2° posto nei 100 misti e 3° nei 50 rana per Graglia Federica;
  • 3° posto nei 50 farfalla per Rossi Elias;
  • 1° posto nei 50 farfalla per Tartaglia Viola .

Anche i ragazzi dell’Apnea Team hanno affrontato una giornata di gare nel centro sportivo Terdoppio di Novara, per il terzo turno del trofeo NovarApnea. Tutti gli atleti in gara hanno centrato l’obiettivo del passaggio del turno alla categoria successiva, nel dettaglio:

  • De Vito Alessandro è passato in seconda categoria nei 75 mt. pinne;
  • Rombola Marco e Cafaro Giuseppe (anche medaglia di bronzo) sono saliti in prima categoria nei 100 mt. pinne;
  • Segreti Sara (bronzo nei 100 mt. pinne) e Lillini Matteo (oro nei 100 mt. rana subacquea) hanno avuto accesso alla categoria élite e, dalle prossime manifestazioni, gareggeranno con i big dell’Apnea italiana.

 

 

 

Cose da sapere sulla subacquea

La subacquea è un’esperienza affascinante che moltissime persone desiderano provare almeno una volta nella vita. Immergersi nel blu profondo del mare e osservare da vicino le specie che lo abitano provoca emozioni bellissime e trasmette un senso di serenità. Il mare però è un ambiente naturale che è bene conoscere prima di affrontare, così come è opportuno prepararsi correttamente ad una disciplina sportiva che presuppone il confronto con un habitat a cui non siamo abituati. Quali procedure seguire dunque prima di praticare l’immersione subacquea? Abbiamo raccolto alcuni consigli degli esperti che è bene seguire:

  • Preparazione tecnica e teorica: prima di immergersi è opportuno frequentare corsi ufficiali di immersione e primo soccorso. Le didattiche diffuse sono diverse ed i corsi sono organizzati anche indoor. Alla pratica in piscina, prima del rilascio del brevetto, sono complementari le uscite in mare, organizzate all’interno dei corsi stessi. Per chi ha intenzione di praticare questo sport in maniera continuativa è bene sapere che è necessario mantenersi sempre aggiornati con gli specifici corsi di aggiornamento;
  • Salute: gli organizzatori dei corsi richiedono sempre un certificato medico per la pratica subacquea rilasciato dagli istituti di medicina autorizzati. In genere i certificati hanno validità di 1 anno. E’ necessario ripetere gli esami alla scadenza di ogni certificato per essere sicuri di avere sempre le condizioni fisiche adatte a praticare l’immersione;
  • Attrezzatura: l’abbigliamento tecnico acquistato e le attrezzature accessorie devono sempre essere conformi alle normative vigenti. Se volete immergervi, non sottovalutate questo aspetto lasciandovi ingannare da attrezzature più economiche poiché è pericoloso praticare subacquea con attrezzatura non idonea. La dotazione minima che dovete avere è composta da: jacket, doppio erogatore, manometro, coltello, profondimetro, orologio, tabelle;
  • Età: la subacquea è uno sport che tutti possono praticare, anche i bambini a partire dai 12 anni di età.

Per natura, la subacquea è uno sport che sottopone il fisico a cambiamenti. Più si scende in profondità, più si va incontro ad un aumento di pressione che, se si è impreparati, può mettere a rischio alcune funzioni di base dell’organismo, causando danni all’udito o all’apparato respiratorio. Pertanto è necessario conoscere le tecniche di compensazione e disporre delle attrezzature adatte. Inoltre l’immersione può causare disidratazione; è bene dunque bere molta acqua subito dopo aver praticato per reintegrare i liquidi.

Se avete voglia di provare l’esperienza, in Canottieri Olona trovate i corsi di subacquea e primo soccorso necessari a garantirvi le conoscenze di base per intraprendere questo sport. Info: segreteriaolona@olona1894.it.

 

Open Day 14 Aprile | Le attività in piscina

Il nostro Club ha una lunga tradizione di attività sportiva legata al mondo dell’acqua: corsi di nuoto e attività pre-agonistica, aquafitness, apnea, triathlon, subacquea, corsi per donne in gravidanza e post-gravidanza. Durante l’Open Day abbiamo pensato ad un nuovo modo di farvi provare le nostre proposte, per far approcciare il mondo acqua ad adulti e bambini in maniera divertente e coinvolgente!

Ecco le attività in programma:

  • Staffette genitori – bambini (da 1 anno di età – ore 10.30 e 12.00)
    • piccole competizioni ludiche a coppie, durante le quali un genitore si alternerà al proprio figlio/a per vincere simpatici premi
  • Giochi di abilità (dai 6 anni – ore 12.00)
    • percorsi che mettono alla prova le capacità di muoversi in acqua e sul fondale
  • Pilota in forma (ore 10.00 e 15.00)
    • un nuovo modo di interpretare il corso genitore-bambino, non solo finalizzato a far prendere confidenza con l’acqua al proprio figlio ma anche a sfruttare il tempo passato con lui in piscina per mantenersi in forma (durata circa 30′)
  • AquaMami (ore 11.45 e 15.45)
    • ginnastica in acqua per le donne in gravidanza
  • AquaPost (ore 11.00)
    • ginnastica in acqua per le donne in periodo di post-gravidanza, con possibilità di lasciare a bordo vasca i bambini in custodia del nostro personale addetto
  • Aquafitness (ore 12.30 e 15.00)
    • 2 lezioni da 45′ per muoversi al ritmo di musica in acqua, tonificando tutti i muscoli del corpo

Se amate la piscina e volete approfittare dell’Open Day per conoscere la nostra struttura, non vi resta che prenotare! Per info&prenotazioni: segreteriaolona@olona1894.it – 0248951494.

6 cose che (probabilmente) non conosci sul nuoto

Il nuoto è una delle discipline sportive più praticate perché ha il privilegio di essere adatto a tutti ed ha diversi benefici per la linea, per lo sviluppo motorio e muscolare e per la salute in generale.

Tra gli sport olimpici è uno dei più seguiti, grazie anche alla popolarità di alcuni atleti internazionali ed all’ importante tradizione di medaglie della Nazionale azzurra. Ciò nonostante, ne siamo sicuri, ci sono parecchie curiosità della storia di questo sport che molti non conoscono. Abbiamo provato a raccoglierne 6 in questo articolo:

  1. Il nuoto moderno nasce nel 1837 in Inghilterra, quando furono organizzate le prime vere e proprie competizioni tra atleti. Questo sport entrò a far parte delle discipline olimpiche nel 1896, con la prima Olimpiade moderna;
  2. Inizialmente lo stile più adottato era la rana. Il crawl subentrò solo 7 anni più tardi quando, nel 1844, un’esibizione di indiani pellerossa americani a Londra sorprese tutti per la velocità con la quale riuscivano a muoversi in acqua utilizzando proprio la tecnica del crawl. Questo stile veniva infatti utilizzato dalla popolazioni indigene per nuotare nell’oceano, nei fiumi e nei laghi;
  3. Una delle prime competizioni ufficiali non fu una gara di velocità, ma bensì la traversata della Manica. Il signor Matthew Webb, comandante di navi mercantili britanniche, fu il primo a riuscire nell’impresa nel 1875, nuotando per 64km in poco meno di 22 ore. Molto curioso il fatto che, per ricaricarsi di energia, l'”atleta” fece parecchie soste presso la barca d’appoggio per mangiare carne e bere birra;
  4. Il nuoto sincronizzato, ora considerato una disciplina prettamente femminile, fino al 1921 era uno sport per soli uomini;
  5. La prima gara ufficiale di tuffi si svolse nella città di Milano, ai Bagni Diana di Porta Venezia, nei primi anni del ‘900. Lo storico stabilimento balneare restò attivo fino al 1908, quando fu demolito per lasciare il posto all’Hotel Kursaal Diana;
  6. Nelle gare di stile libero ogni concorrente può utilizzare lo stile che più preferisce. La pratica comune vuole che tutti gli atleti scelgano il crawl perché è il più veloce; per questo motivo stile libero e crawl sono con il tempo diventati sinonimi nel gergo sportivo, anche se in origine non lo erano.

Se alla fine di questo breve articolo volete fare un tuffo in piscina, vi aspettiamo nella nostra bellissima 25mt al Club. E se vi viene voglia di birra e carne, vi consigliamo di fermarvi al The Rowing Club, ma soltanto a fine nuotata!

Olona 1894

4 Chiacchiere con Arianna Talamona

“4 chiacchiere con…” di Marco Montemagno è una rubrica YouTube molto interessante: offre una panoramica di differenti settori con tanti punti di vista dei protagonisti. Aneddoti, racconti e spunti da parte di chi è riuscito a diventare un “leader” nel proprio settore. In questa puntata si parla di sport, ma anche di molto altro, con la campionessa italiana paralimpica Arianna Talamona. Non perdetela perchè, come spesso succede quando si parla di sport, si impara molto. Un piacere averli ospitati nella nostra Clubhouse.

Olona 1894

Il Team di apnea alla sua prima competizione ufficiale

Domenica 10 febbraio a Sondrio gli atleti del Team Apnea hanno partecipato alla loro prima competizione ufficiale.

Dopo un percorso intenso di allenamenti cominciato ad ottobre sotto la guida dei coach Angelo Sciacca e Matteo Lillini, i ragazzi del corso avanzato hanno finalmente preso parte ad una gara ufficiale del calendario FIPSAS. Ed al primo tentativo la squadra di Olona ha ottenuto subito ottimi piazzamenti: Matteo, Barbara e Sara sono saliti sul secondo gradino del podio.

 

 

Angelo Sciacca tra i migliori medagliati del 2018

Sabato 2 febbraio nel salone d’onore del CONI a Roma si è tenuta la cerimonia di festeggiamento dei migliori medagliati azzurri del 2018.

Tra di loro anche il nostro istruttore di Apnea Angelo Sciacca*, premiato per la medaglia d’argento al campionato del mondo nella specialità 16X50 Apnea Endurance e per il Record del Mondo stabilito sulla 8X50 di Apnea Endurance. Complimenti Angelo, un altro importante riconoscimento per una carriera sportiva straordinaria.

*Angelo Sciacca,  Matteo Lillini e Matteo Garaldi formano la squadra di trainer per i corsi Apnea e Mantenimento al nostro Club e allenano il Team di Apnea di Canottieri Olona 1894.

Tragedia di Brema. Non dimentichiamo.

Il 28 gennaio 1966 accadeva una delle tragedie sportive più tristi della storia. L’aereo che trasportava una selezione della Nazionale Italiana di nuoto precipitò in fase di atterraggio a Brema, dove si svolgeva uno dei meeting indoor più prestigiosi al mondo. Nell’incidente persero la vita 46 persone, tra cui tutti gli atleti azzurri ed un giornalista italiano al seguito, Nico Sapio.

Oltre alla “nostra” Daniela Samuele, nuotatrice formatasi presso il nostro Circolo, ricordiamo l’allenatore Paolo Costoli e gli altri atleti azzurri: Bruno Bianchi, Amedeo Chimisso, Sergio De Gregorio, Carmen Longo, Luciana Massenzi e Chiaffredo Rora.

Sempre nei nostri cuori, per non dimenticare.

#ricordandobrema

Paolo Chiarino – il nuotatore dei ghiacci

Il nostro socio Paolo Chiarino ha partecipato la scorsa settimana alla Antartica Ice Swimming Adventure. Una sfida sportiva che ha visto Paolo ed altri atleti provenienti da tutto il mondo nuotare per 1 km nelle acque gelide dell’Antartide, “coperti” solo con cuffia, occhialini ed un normalissimo costume. Paolo ha concluso la sua impresa, nuotando in mare aperto con temperatura dell’acqua inferiore agli 0°, con un tempo di poco superiore ai 14′, 4^ miglior prestazione tra i 14 atleti presenti.

Ma quella di Paolo è stata solo l’ultima di tante sfide a cui ha preso parte: dalla Ultraman in Canada (10km nuoto – 420 km bici – 84 km a piedi) alla traversata del Lago di Zurigo, dalla Manatthan Island Marathon Swim (46 km a nuoto) agli Ironman di Zurigo e Lanzarote, fino ai Mondiali di nuoto in acque gelide e la traversata dello Stretto di Bering dalla Russia all’Alaska a staffetta (135 km, nuotata senza muta – definita la più difficile mai tentata e riuscita nella storia).

Lunedì 10 dicembre alle 19.30 lo incontreremo in Sala meeting/Tv: Paolo ci racconterà di questa sua ultima impresa sportiva, ma anche delle tante altre cui ha preso parte negli ultimi anni. Entreremo nella mente di un’atleta che interpreta lo sport come uno strumento per abbattere i propri limiti, esempio di come i limiti e le paure possano essere superate attraverso sacrifico e dedizione.
L’incontro è gratuito e aperto al pubblico.
Per prenotare il proprio posto: segreteriaolona@olona1894.it.

Olona 1894

Domenica 30/09 Apnea Day

Domenica 30 settembre dalle 15.00 alle 17.00 è in programma un Open Day dedicato all’Apnea. Durante la giornata sarà possibile incontrare gli istruttori, scoprire il programma dei corsi Open, Advanced e Team della stagione 2018/19, conoscere la didattica Apnea Academy ed effettuare una prova in acqua.

Per partecipare è necessario prenotare presso la segreteria ai seguenti riferimenti: segreteriaolona@olona1894.it – 0248951494.

Olona 1894

segreteriaolona@olona1894.it
02/48951494

CONTATTACI

Yes Il tuo messaggio è stato inviato. Errore! Compilare i campi correttamente.
Cancella
© 2014 - Olona 1894. All rights reserved. P.IVA 08543880960